Monthly Archives: maggio 2011

L’Edil Tomarchio non passa a Racalmuto e dice addio alla finale

logo_big1

Gara 1 decisiva ma senza il fischio dell’arbitro Caruso?

Percentuali stratosferiche da tre punti per gli agrigentini.

Il tentativo di rimonta degli acesi si ferma ad undici minuti dalla fine sul – 4 (57-53) e palla in mano.

Niente da fare per l’Edil Tomarchio a Racalmuto.I granata non riescono a ribaltare il risultato di gara 1 ,oggi più che mai condizionato dall’assurdo,incredibile inesistente fischio dell’arbitro Caruso malato di protagonismo.

Racalmuto ha dominato la gara nei primi due quarti,ha resistito al tentativo di rimonta degli acesi per vincere senza patemi la partita e la serie che la proietta nella finale contro Agropoli con il vantaggio del fattore campo.

Si chiude la stagione dell’Edil Tomarchio che ha comunque disputato un campionato eccezionale e che ha entusiasmato il sempre più crescente pubblico del PalaVolcan.

Ribadisco e confermo la stima nei confronti del Racalmuto del Presidente Salamina che ha vinto meritatamente ad Acireale

logo_big1

Se qualcuno pensa di minare i rapporti tra le due società sbaglia di grosso.Esprimo altresì denuncia e solidarietà per l’infodata multa comminata allo sportivissimo e civilissimo pubblico di Racalmuto che ha dimostrato ,unitamente a quello acese, come si possa vivere serenamente una giornata di sport.

Le affermazioni del dopo partita sono state da più parti travisate.

Nel rimarcare l’assoluto protagonismo di Caruso e Grigioni non ho mai messo in dubbio la legittimità del successo ospite che malgrado i dieci punti di distacco a pochi minuti dalla fine è riuscita a rimontare e vincere gara 1.

Un episodio eclatante come quello di domenica scorsa va assolutamente segnalato e rimarcato dato che non ha assicurato alla fine l’eguaglianza competitiva.

Ciò allo scopo che simili cose non si ripetano e soprattutto evitino a due figure mediocri di infierire economicamente con false affermazioni su due tifoserie che hanno dimostrato cos’è la correttezza e la civiltà.

Spero di essere stato esaustivo e sono sicuro che gara 2 sarà un altro spot per la nostra pallacanestro sia in campo che sugli spalti.

L’Edil Tomarchio scippata a sei secondi dalla fine dagli arbitri Caruso e Grigioni di Roma

logo_big1

Racalmuto passa al palaVolcan approfittando delle 23 palle perse dei granata e dall’allucinante fischio finale che ha impedito la vittoria agli acesi.

Vergogna,vergogna!Alla fine il civilissimo e composto pubblico acese ha apostrofato così i signori Caruso e Grigioni di Roma.

Lo scandaloso ed assurdo fischio che ha annullato il canestro del sorpasso di Manservisi che avrebbe consegnato a russo e compagni gara 1 ha stravolto completamente questa serie di play-off.

L’amarezza è tanta per come è maturata questa sconfitta ma giovedì a racalmuto c’è gara due e si va con la consapevolezza di giocarsi una partita che riporti la serie ad Acireale.

E’impossibile che gente come i signori Caruso e Grigioni si permettano di ergersi a protagonisti.Ed il video visto e rivisto a fine gara ha confermato l’assurdo(?) fischio che ha determinato la vittoria del Racalamuto mettendo in secondo piano una partita vibrante e combattuta.

Domenica 15 maggio al PalaVolcan alle 18.00 gara 1 EDIL TOMARCHIO-RACALMUTO

logo_big1

Va in scena la semifinale dei play-off per la serie B dilettanti.

Granata al gran completo contro gli agrigentini dell’ex Pietro Marzo capaci di vincere due volte in trasferta a Cosenza.

Cresce l’attesa per gara 1 di semifinale Edil Tomarchio-Racalmuto che varrà l’accesso alla finale contro la vincente Laezza Salerno-Agropoli.

Gara che si preannuncia interssante con due formazioni speculari che si affronteranno con grande determinazione per cogliere un risultato che all’inizio del campionato non era sicuramente preventivato.

Le due società hanno lavorato bene a partire dai coach Foti ed Anselmo che hanno dato un’identità a due squadre completamente rinnovate.

Appuntamento quindi al PalaVolcan domenica 15 maggio alle ore 18.00 per incitare Russo e compagni e trascinarli alla vittoria.

L’Edil Tomarchio chiude la pratica Messina 81-67 e va in semifinale

logo_big1

Partita sempre in mano agli acesi che chiudono con cinque uomini in doppia cifra.PalaVolcan sempre più gremito.

L’Edil Tomarchio chiude la serie con Messina che, a parte i primi due quarti in gara 2, ha avuto saldamente in pugno.La volontà,l’aggressività ed il cuore dei peloritani non sono bastati a sovvertire il pronostico contro una Edil Tomarchio che ha dominato con i lunghi Colombo,Russo e Paolantonio che complessivamente con 43 punti e 27 rimbalzi sono stati i migliori dei granata.Una schiacciata in testa a Sabarese di capitan Russo ha dato il via libera definitiva agli acesi in una partita che filava sul filo dell’equilibrio.L’unico neo attribuile ai pivot acesi è quello di aver ceduto alle provocazioni dei giocatori ospiti reagendo e beccandosi tre falli antisportivi.Grande prova anche di Manservisi all’inizio e di Pellicanò alla fine con un Selmi in cabina di regia che ha ritrovato la forma ed i ritmi di inizio campionato.

Dimostrazione di grande forza tecnica e fisica per la formazione di coach Foti che adesso aspetta Racalmuto di un altro ex( Pietro Marzo) nella semifinale play-off che avrà inizio domenica 15 maggio alle ore 18.00 al PalaVolcan per gara 1.

Domani tutti al PalaVolcan alle 17.00 EDIL TOMARCHIO-MESSINA GARA 3

logo_big1

Vale l’accesso alla semifinale contro la vincente di Cosenza-Racalmuto.

Canicattì e Gela out, le prime due semifinaliste sono Laezza Salerno ed Agropoli.

Si prevede il pienone al palaVolcan domani per gara 3 dei play-off per la serie B dilettanti Edil Tomarchio – Messina.

Dopo le due vibranti gare , che hanno attestato la parità tra le due formazioni, l’atto decisivo al palasport di Corso Italia alle 17.00.

Le due formazioni saranno al completo con coach Foti che recupera pienamente Russo dal piccolo infortunio occorsogli in gara uno.

Appuntamento da non mancare per gli appassionati per incitare i granata.Si nprevede anche come in gara uno una folta rappresentanza di tifosi messinesi.

Messina vince nel rush finale 65-58.Gara 3 decisiva domenica 8 maggio alle 17.00 al PalaVolcan

logo_big1

Gara fino al 5° del terzo quarto in mano ad un determinato e concentrato Messina(47-34).Rimonta granata e l’ultimo quarto inizia con gli acesi avanti di quattro(47-51).

Una gara due palpitante ed emozionante regala una vittoria al Messina che riporta in parità la serie, che vedrà il suo epilogo domenica prossima ad Acireale.L’Edil Tomarchio con il reparto esterni assolutamente abulico, con in testa Pellicanò, subisce la veemenza dei padroni di casa che tengono in mano il pallino della gara dimostrandosi più reattivi degli acesi.Ma quando sembrava avvicinarsi un tracollo (47-34 al 25°) la zona ordinata da coach Foti sortiva gli effetti sperati. Messina non segnava più e Manzotti (8 punti in un amen) guidava la rimonta ed addirittura il sorpasso(51-47) alla fine del terzo quarto.Gli ultimi dieci minuti diventavano infuocati e la trance agonistica e la freddezza del Messina avevano la meglio riportando la serie in parità.

L’Edil Tomarchio ha perso una buona occasione per chiudere i conti e non sono bastate le buone prove di Manzotti e Colombo per superare i padroni di casa che per l’occasione hanno ritrovato il miglior Centorrino.

Appuntamento domenica alle 17.00 al PalaVolcan per gara 3.

L’Edil Tomarchio fa sua gara uno con Messina 79-71

logo_big1

Russo e Colombo dominano sotto i tabelloni.Selmi,Manservisi e Pellicanò a turno si ergono a protagonisti in attacco.

Super Vazzana non basta al Messina.

Un PalaVolcan gremito e caloroso ha salutato la vittoria dell’Edil Tomarchio in gara uno dei play-off per la serie B contro Messina.i granata sempre avanti nel punteggio hanno giocato una partita accorta contro un avversario che ha dimostrato tutte le sue qualità e che non si è neanche arreso quando era sotto di diciassette punti (73-56).

Russo(8 punti e 10 rimbalzi) e Colombo (18 punti) hanno stradominato sotto i tabelloni;Selmi,Manservisi e Pellicanò (38 punti in tre) hanno determinato a turno da un lato ,gli allunghi del team acese nel punteggio dall’altro gestito i vari tentativi di rimonta degli ospiti.

L’ex Vazzana,migliore dei suoi con 27 punti,ha giocato una partita stratosferica ben coadiuvato da Crovace e Carnazza.

Gara 2 giovedì 5 maggio alle ore 18.30 al Palatracuzzi.