Monthly Archives: marzo 2010

La Sicilverde cede a Messina di un punto 74-73

logo_big1

Un fischio generoso a due secondi dalla fine del supplementare regala a Messina la vittoria.

La Sicilverde butta alle ortiche la seconda vittoria consecutiva in trasferta contro un Messina che ha avuto il merito, dopo aver condotto brillantemente nella parte centrale della gara, di non mollare e recuperare quattro punti di svantaggio ad un minuto e trenta dalla fine del tempo supplementare.

Dopo un primo quarto decente, gli acesi si perdevano permettendo ad un ottimo Messina di involarsi raggiungendo anche la doppia cifra di vantaggio.La reazione nell’ultimo quarto portava gli acesi vicno alla vittoria,ma Alberto Marzo faceva solo uno su due ai liberi e si andava al supplementare del cui finale si è detto.

Un gran peccato vista la concomitante sconfitta di Canicattì a Salerno che avrebbe permesso agli acesi di agganciare proprio gli agrigentini.

Pausa per la Pasqua si ritorna in campo domenica 11-04-2010 al palaVolcan alle ore 18.00 contro il Cosenza

La Sicilverde sbanca Reggio Calabria con super Vazzana

logo_big1

Reggio Calabria 73 – Sicilverde Acireale 81.

Importante vittoria della Sicilverde a Reggio Calabria in una partita dominata per tre quarti,a rischio nell’ultimo.

Prestazione non brillante degli acesi che grazie a Di Dio prima(23 punti per lui) e a super Pietro Vazzana poi (21 punti) riecono a guidare la squadra alla vittoria.

Prossimo appuntamento domenica 28 a Messina in un’altra gara difficilissima.

Sicilverde 72 – Adrano 68

logo_big1

A fatica ed in rimonta gli acesi hanno la meglio nel derby dell’Etna.

Senza Di Dio tocca a capitan Russo,Vazzana e Paolantonio trascinare la squadra.

Molto più dificile del previsto il testa coda andato in scena al PalaVolcan per gli acesi di coach Foti.Senza Di Dio,fermo per un guaio muscolare,i granata comunque sembrano poter subito mettere la parola fine (21-8) ad una partita alla vigilia scontata.Ma questa partenza bruciante illude Russo e compagni che devono fare i conti con l’orgoglio dell’Adrano. Il suussulto degli ospiti dapprima rimette in piedi la gara (42-40) alla fine dei primi due quarti,per toccare il massimo vantaggio di 12 punti ad otto minuti dalla fine.Ma da un lato il maggior spessore degli acesi e dall’altro segni evidenti di stanchezza degli ospiti permettevano alla Sicilverde di rimontare e portare a casa i due punti che servivano per restare agganciati a Gela e Canicattì per il rush finale che determinerà la griglia di partenza dei play-off.

Archiviata,come detto con fatica,la pratica Adrano due trasferte aspettano la compagine acese.Si comincia a Reggio Calabria contro l’ex Grassitelli con i calabri che non possono permettersi la settima sconfitta consecutiva domenica 21 marzo alle ore 18.00.

Domenica 14 Marzo ore 18.00 Sicilverde Acireale-Adrano

logo_big1

Al PalaVolcan di scena il fanalino di coda del campionato.

Per gli acesi d’obbligo la vittoria.

Riagguantare il secondo posto è la missione degli uomini di Foti.

Ed in attesa della doppia trasferta al di là ed al di quà dello stretto (nell’ordine Reggio Calabria e Messina) il difficile confronto con l’Adrano che si presenta al PalaVolcan pieno zeppo di problemi ma deciso a vendere cara la pelle.

Gli acesi con qualche fastidioso infortunio non saranno al meglio della condizione fisica ma sono d’obbligo i due punti per riagguantare la seconda posizione in classifica.

 

Una Sicilverde irriconoscibile cede nettamente a Battipaglia 73-58

logo_big1

Casiraghi e Di Dio bloccati,Paolantonio evanescente.Russo e Vazzana non bastano ad evitare lasconfitta.

Inatteso stop della Sicilverde Acireale a Battipaglia.Inatteso più nel gioco che nel risultato che i padroni di casa hanno strameritato.I granata in versione camaleontica offrono una prestazione completamente all’opposto di quella fornita sette giorni fa con Canicattì. Poca concentrazione,poca determinazione e soprattutto la prestazione disastrosa di Casiraghi e Di Dio unita alla solita percentuale da brivido ai tiri liberi chiudono il quadro della prestazione degli acesi.

Impensabile pensare di vincere a Battipaglia con i due cannonieri acesi che insieme hanno realizzato la miseria di otto punti(Casiraghi addirittura virgola).

Il Battipaglia, come detto , ha meritato la vittoria:L’innesto di Bazzucchi e la mano equilibrata di coach Sanfilippo ha restituito al campionato una protagonista.

Prossimo appuntamento domenica 14 marzo al PalaVolcan alle ore 18.00 per il derby con l’Adrano.Un testa coda pericoloso per gli acesi che non devono sottovalutare gli avversari che stanno attraversando una gravissima crisi societaria.